Cosa vedere a Sauze D’Oulx

Vi state chiedendo cosa vedere a Sauze d’Oulx? C’è l’imbarazzo della scelta! Dalla vicina Sestriere, famosa località mondana e meta turistica, ai parchi naturali ricchi di verde e meravigliosi paesaggi.
Venite a trovarci a Sauze D’Oulx!

Sestriere

Nel cuore della Vialattea, area sciistica tra le più grandi d’Europa, Sestriere è da sempre tra le mete turistiche per eccellenza per gli amanti della montagna. La storia di Sestriere si intreccia con quella del Grand Hotel La Torre (ex colonia montana FIAT) grazie alle due torri (bianca e rossa) che furono costruite nel 1930 dallo stesso Giovanni Agnelli, fondatore della nota casa automobilistica, con l’intento di fornire un luogo di vacanza ai lavoratori dello stabilimento torinese. Sestriere è stato spesso teatro di importanti eventi sciistici (tra i tanti, la gara dello Sci Alpino delle Olimpiadi Invernali 2006) ed è una delle poche località che permette di sciare in notturna su una pista olimpica illuminata. D’estate è possibile giocare a golf sul campo a 18 buche piu’ alto d’Europa o praticare biking.

Sacra di San Michele

La Sacra di san Michele si trova nel comune di Sant’Ambrogio di Torino, precisamente sul Monte Pirchiriano. Questo notevole complesso architettonico, costruito probabilmente tra il 996 a.C. e il 1003 d.C., è formato dall’Abbazia (primo nucleo costitutivo) e da altri edifici sorti successivamente: la foresteria, la Nuova Chiesa, La torre della Bell’Alda e il Monastero nuovo. La Sacra di San Michele è da sempre sede di escursioni e pellegrinaggi che gli appassionati della storia apprezzeranno. Secondo la leggenda, insieme al Mont Saint Michel (in Francia) e il Monte Sant’Angelo in Puglia, la Sacra di San Michele farebbe parte della linea energetica che unisce le tre basiliche dedicate all’Arcangelo. Secondo tale leggenda, sarebbe possibile percepire l’energia in un punto situato a sinistra subito dopo l’entrata della Chiesa.

Bardonecchia

Bardonecchia soddisfa le esigenze di tutti con varie offerte grazie alle sue caratteristiche di cittadina di montagna, meta ideale per una vacanza che coniuga sport, natura, cibo e relax.Con la sua stazione sciistica di 100 km di piste e 23 impianti di risalita (Comprensorio Colomion) sarà sicuramente amata dagli appassionati degli sport invernali.Dal Centro del paese grazie a una navetta gratuita si raggiunge inoltre il Comprensorio di Jafferau (2800m).Bardonecchia è diventata ancora più famosa nel 2006, quando ospitò la disciplina dello snowboard durante le Olimpiadi di Torino. Di notevole interesse il Borgo Vecchio, centro storico di Bardonecchia e teatro delle feste che vi si tengono, dove si possono ancora vedere le antiche meridiane sui muri di alcune antiche abitazioni. A bardonecchia sono inoltre presenti diversi Musei, tra cui il Museo Civico Etnografico e il Museo Diocesano di Melezet, ricco di opere di arte sacra. Per gli appassionati di storia sono inoltre visitabili i forti di Bramafam (e museo annesso) e Pramand.

Ponte Tibetano di Sauze d'Oulx

Per gli appassionati delle avventure Sauze D’Oulx offre un’esperienza unica: il Ponte Tibetano.Il ponte tibetano di Sauze D’Oulx si trova tra i comuni di Cesana Torinese e di Claviere, collegando Viale Genevris alla Borgata Gran Villard. Si tratta del ponte tibetano più lungo del mondo: un percorso di 468 metri a 34/40 metri di altezza e, nel punto centrale, a 121m, percorribile in circa 25 minuti. L’emozione non finisce qui: il ponte è dotato di illuminazione e di un sistema di amplificazione che accompagneranno la traversata dei clienti con in sottofondo la colonna sonora di “Terrore nel Vuoto”. Una volta terminata la traversata, un pulmino riporterà i clienti alla partenza. Il ponte tibetano è aperto nei giorni di mercoledì, venerdì e sabato dalle 16 alle 20 durante la stagione invernale.

Museo Civico Etnografico di Bardonecchia

Il museo Civico Etnografico di Bardonecchia, sito nella centrale via Giorgio Des Geneys, ospita una collezione permanente sull’evoluzione degli usi e costumi della valle stretta e del bardonecchiese. Il Museo, all’interno di un edificio ottocentesco, si concentra soprattutto sul paesaggio storico incentrato sull’apertura del Traforo Frejus: da piccolo borgo di montagna, lontano dall’idea moderna di turismo alpino, a luogo di confine con un traffico di persone e merci che rappresento l’evoluzione verso il XX Secolo. Al pian terreno sono esposti oggetti, arredi e mobili della vita quotidiana locale, oltre a una sezione dedicata all’arte sacra. Al piano superiore troviamo invece attrezzi da lavoro e testimonianze fotografiche sull’uso del legno per le costruzioni e attrezzi per l’agricoltura. Un piccolo pezzo di storia del paese che è bene ricordare ancora oggi.

Il Sentiero Balcone

Per amanti delle passeggiate in montagna, il Sentiero Balcone si snoda tra i paesi di Oulx, Bardonecchia, Sauze, Cesano Torinese, Claviere e Sestriere.Il sentiero, con partenza dal piccolo centro abitato Giaglione, prevede moltissimi itinerari interessanti suddivisibili in 10 tappe giornaliere. Sono presenti diversi rifugi e posti tappa lungo l’itinerario, oltre alla possibilità di attività quali freeride, down hill e arrampicate.

La Strada dell'Assietta

La strada dell’Assietta si snoda dal colle Basset fino al sentiero Bordin, un itinerario naturale attraverso prati fioriti, ruscelli, piante e alberi di montagna. In oltre 60 km, la Strada dell’Assietta comprende un complesso viario fino ai 200 metri di quota, quasi del tutto sterrato, percorso da bikers ed escursionisti. Durante la passeggiata sarà possibile ammirare i paesaggi delle aree protette Orsiera-Rocciavré e Gran Bosco di Salbertrand, oltre a conoscere un itinerario dove storia e arte hanno lasciato i segni.
+ -
+ -
+ -